Fai da te

Catis installazione

Nelle abitazioni moderne oramai è sempre più frequente trovare nelle sale da bagno la cassetta di scarico incassata al muro mentre perde sempre più  notorietà il famoso Catis, il sifone per cassette alte o a zaino esterno, a favore della sorella minore ad incasso, anche se rendo noto che  anche la catis ha prodotto cassette incasso di cui parlerò in altri articoli.

I sifoni classici anche se perdono notorietà, comunque esistono ed hanno bisogno di manutenzione ordinaria (lubrificazione dei vari elementi e pulizia cassetta) o in caso di manutenzione straordinaria (sostituzione degli elementi rovinati o dell’intero sifone di scarico). Che è quello di cui ti parlerò in questo articolo.

Ti deve essere chiaro, che come a qualsiasi altro oggetto se viene effettuata la manutenzione ordinaria, questo a vita più lunga e tu meno problemi.

Se stavi cercando informazioni in rete, su come sostituire in sifone catis e installarne uno nuovo, imbattendoti nel mio blog sei capitato nel posto giusto perché stavo giusto per iniziare ad illustrarne il metodo. Se sei interessato ti dico prenditi del tempo per leggermi con attenzione e pazienza e mettiti comodo vedrai che poi non è così complicato.

La prima azione che devi fare è quella di procurarti tutto il necessario per l’installazione o sostituzione completa sotto trovi l’elenco:

Pinza giratubi –  Fig. 1 chiave

Sifone Catis – Fig. 2catis1 o clicca qui

Cassetta alta – Fig.  3 WhatsApp Image 2020-05-21 at 07.37.40 (4) o clicca qui

Galleggiante – Fig. 4 WhatsApp Image 2020-05-21 at 07.37.40 (13) o clicca qui

Rubinetto cassetta – Fig. 5 WhatsApp Image 2020-05-21 at 07.37.40 (14) o clicca  qui

Canotto e borchia – Fig. 6 WhatsApp Image 2020-05-21 at 07.37.40 (12) o clicca qui

Comincia l’installazione posizionando la cassetta su un piano in modo che non possa cadere prendi il sifone catis inserisci la guarnizione conica con la parte piana verso l’alto ed inserisci il sifone nella cassetta facendo passare la parte con la vite e la guarnizione conica appena inserita attraverso il foro in fondo la cassetta. Prendi il dado di fissaggio alla cassetta, di ottone, separalo dal fissaggio per il canotto, come visto nel video (svitandolo), e la guarnizione piana in metallo piatta che inserirai subito alla vite del sifone che esce dal foro di fondo cassetta inserita la guarnizione avvita il dado fissaggio alla cassetta serrandolo bene  con il giratubi (questi elementi li trovi in dotazione nella confezione del sifone catis).

WhatsApp Image 2020-05-21 at 07.37.40 (17)Fig. 7

Ora prendi il galleggiante con la valvola di riempimento, optional acquistato separatamente dal sifone, togli il tubicino trasparente inserito sulla leva di apertura chiusura acqua della valvola ed inseriscilo sull’uscita carico acqua della valvola stessa, quel tubicino ha la funzione di silenziatore alla caduta dell’acqua in fase di caricamento. Svita il dado e togli la guarnizione bianca conica, inserisci la vite della valvola di riempimento in uno dei fori laterali della cassetta, a destra o sinistra dipende dall’uscita acqua in parete installata al momento della creazione dell’impianto di carico, di seguito inserisci la guarnizione conica bianca e serra il tutto con il dado per fissare la valvola alla cassetta in modo che non abbia movimenti.

Ora fissa la cassetta al muro tramite i fissa cassetta, fatto ciò prendi il rubinetto di carico, solitamente si acquista quello con le cannucce, perché visibilmente più bello rispetto a quello con i flessibili, inserisci sulla cannuccia separata uno dei codoli d. 10 che trovi nella confezione del rubinetto, ed avvitala al rubinetto stesso, avvita il raccordo di ottone 10×1/2 maschio sempre in dotazione al rubinetto ed installalo all’uscita carico acqua sulla parete inserisci la parte con la cannuccia fissa nel codolo appena installato completato dalla borchia o rosone sempre in dotazione con il rubinetto, inserisci il codolo restante alla cannuccia separata installata precedentemente, unisci, tramite l’utimo codolo installato, il rubinetto di carico alla valvola della cassetta.

Prendi il canotto con la parte del dado per il fissaggio al sifone, tolto al momento dell’installazione dello stesso nella cassetta, e le 3 guarnizioni, due oring e una piatta, inserisci una parte del canotto al muro dove è situata entrata (solitamente subito sotto la cassetta) per afflusso dell’acqua al wc al momento dello scarico, installa il canotto al sifone, in questo modo : inserisci in dado con la filettatura verso l’alto (dovrà essere avvitato al fissaggio sifone alla cassetta) inserisci la guarnizione piatta e di seguito i due oring ed avvita il tutto al fissaggio sifone sotto la cassetta serrandolo bene.

Come ultima operazione, devi fissare, il tubicino di rame del pulsante s-l500 che esce dal muro, al codolo del cilindro, catis-cilindro che è situato all’estremità alta dell’asta di chiusura acqua, che ha in fondo la guarnizione catisasta, praticamente subito dopo la coppiglia di fissaggio dell’asta al sifone di scarico.catis1

Ora cerco di spiegarti, in modo più chiaro possibile, la meccanica del sifone: al momento della pressione al pulsante questo spinge aria tramite il tubicino di rame che all’interno della cassetta è collegato al cilindro che fa alzare l’asta di chiusura acqua al sifone che ha sul fondo la guarnizione a funghetto e fa affluire l’acqua al wc passando attraverso il sifone e successivamente attraverso il canotto al muro poi scende nel tubo di cacciata inserito nel muro al momento della creazione dell’impianto arriva al canotto di uscita al wc pulendo il tutto, a questo punto entra in funzione il carico della cassetta, si abbassa la sfera galleggiante per mancanza di acqua, apre la valvola di chiusura acqua alla cassetta che la fa riempire fino al livello la sfera salendo con l’aumento dell’acqua in cassetta richiude la valvola di carico chiudendo il suo ciclo di lavorazione.

Arrivato a questo punto hai finito la tua installazione, ci è voluto sicuramente del tempo ma se hai seguito tutto passo passo hai ottenuto un bel successo senza contare la soddisfazione di averlo fatto da te e con un risparmio notevole. Non mi assumo nessuna responsabilità sui danni che puoi causare, l’articolo è a solo scopo informativo, per questo tipo di lavori è sempre consigliabile rivolgersi a professionisti del settore.

Se hai gradito l’articolo iscriviti e clicca mi piace, iscriviti anche al mio canale YouTube, puoi seguirmi anche su FacebookInstagram, Twitter, dove potrai trovare tutte le novità degli articoli e video pubblicati.

Se non hai trovato quello che cerchi, se hai consigli per migliorare il sito o correzioni riguardo l’articolo, scrivimi cliccando in basso a destra sui contatti provvederò prima possibile a risponderti e alle correzioni.

Grazie di continuare a seguirmi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: